Cosa vedere a Praga in 2 giorni (+ gite nei dintorni!)

This post is also available in: English (Inglese)

Cosa vedere a Praga in 2 giorni | Il panorama dal Castello di Praga
Mala Strana è il quartiere di Praga dove troverete il Castello di Praga

Scopriamo insieme cosa vedere a Praga in 2 (o 3) giorni! Questa meravigliosa città europea per molto tempo è stata completamente ignorata dal turismo. Negli ultimi anni tuttavia è stata rivalutata: ci si è finalmente resi conto che la capitale Boema è una di quelle destinazioni belle da togliere il fiato. Nel decidere cosa visitare a Praga parleremo anche delle gite giornaliere più belle e facili da organizzare. In caso aveste un giorno in più da dedicare alla Repubblica Ceca, ci sono tante informazioni utili alla fine dell’articolo!

Visitare Praga, con i suoi edifici antichi, la deliziosa birra, la meravigliosa architettura e il rinomato street food, è un’esperienza indimenticabile. Se vi aspettate una città “vecchia e grigia” soltanto perché ha un impianto medievale, vi sbagliate di grosso. La nostra prima passeggiata attraverso i vicoli stretti di Praga ci ha infatti lasciati senza fiato: edifici coloratissimi, dalle intricate decorazioni, un bel cielo blu, tanti volti sorridenti e un delizioso profumo di cibo nell’aria. Ci siamo resi conto immediatamente che sarebbe stato uno di quei viaggi che restano nel cuore per tutta la vita!

Un viaggio a Praga di due giorni è abbastanza se pianificate di vedere i posti più famosi e rinomati (soprattutto se pensate di visitare Praga in inverno, quando è meno affollata). Tre giornate sono forse l’ideale per potersi godere meglio la città. In caso i musei a Praga non dovessero interessarvi potreste usare il terzo giorno per una gita nei dintorni della Capitale Boema: alla fine dell’articolo trovate tanti suggerimenti utili!


Dal momento che la città può essere molto affollata da maggio ad agosto, vi suggeriamo di visitare Praga ad aprile o settembre. Se poi la neve e il freddo non vi spaventano, non perdete l’occasione di organizzare un viaggio a Praga per visitare i mercatini di Natale: sono tra i più belli in Europa. Potete arrivarci comodamente anche in treno (o in battello!) da Bratislava. Una oculata programmazione vi consentirà inoltre di visitare ben tre mercatini di Natale in un solo viaggio: Praga, Vienna e Bratislava. Sono infatti tutte vicine e raggiungibili in treno da Bratislava! Non ditemi che sono l’unica ad emozionarsi al pensiero dei mercatini di Natale? Dev’essere perchè vivo a Napoli e qui abbiamo via San Gregorio Armeno, che ci regala una bella atmosfera natalizia per tutto l’anno!

Vediamo un po’ cosa fare a Praga in 2 giorni, evitando le folle oceaniche il più possibile!

Cosa vedere a Praga in 2 giorni | La Chiesa di Santa Maria di Tyn nella città vecchia di Praga
La Chiesa di Santa Maria di Tyn è forse l’edificio più famoso di Praga

Cosa vedere a Praga il primo giorno: La città vecchia

Il primo giorno a Praga dovrebbe essere destinato all’esplorazione della Città Vecchia (Staromestska namesti). L’antica piazza è perfetta anche per scattare meravigliose fotografie di viaggio. Appena arrivati infatti noterete immediatamente le sagome delle due torri della Chiesa di Santa Maria di Tyn: la cartolina più famosa di Praga! La piazza si riempie di banchetti colorati per i mercatini di Natale e di Pasqua, ed è stata il centro della vita pubblica di Praga dal X secolo.
Quando abbiamo visitato la Capitale Boema, siamo arrivati alla piazza principale della Città Vecchia di primo mattino, con i negozi che stavano appena aprendo e i venditori di street food che iniziavano a preparare i Trdlo (Trdelnik) per i turisti. Sottolineo “per i turisti” perché, come vi abbiamo già raccontato, non si tratta di un dolce tradizionale di Praga, contrariamente a quanto si potrebbe pensare. Nel nostro articolo vi elenchiamo una serie di posti dove mangiare a Praga con tutte le informazioni sui veri piatti tipici!
Dal momento che questa zona diventa particolarmente affollata in giornata, è meglio inserirla nel vostro itinerario tra le primissime cose da vedere a Praga, magari al mattino presto, per potersi godere in pace i magnifici edifici colorati senza le folle oceaniche che si riversano nella Città Vecchia di Praga in alta stagione.

Al centro della piazza troverete il monumento a Jan Hus, un teologo e riformatore boemo, nonchè rettore dell’Università Carolina di Praga. Intorno al monumento ci sono molte panchine sulle quali sedersi a fare colazione o sgranocchiare uno snack: una delle cose più interessanti da fare è osservare la gente che arriva qui da tutto il mondo! Tra l’altro sfruttando queste panchine potrete anche risparmiare sul pranzo. I ristoranti nella Città Vecchia sono infatti più costosi, per cui se il budget per le vacanze è ristretto, potreste comprare un panino farcito con il prosciutto di Praga in piazza e mangiarlo seduti sulle panchine intorno al monumento.

Sfortunatamente molte persone visitano la Città Vecchia di Praga soltanto per scattare distrattamente un po’ di foto, focalizzando la propria attenzione unicamente sul famoso Orologio Astronomico di Praga. Questo orologio medievale è situato sul lato sud del Municipio. Allo scoccare di ogni ora (dalle 9:00 alle 23:00) si attiva, mettendo in modo delle figure che rappresentano i 12 apostoli, e un quadrante inferiore composto da 12 medaglioni raffiguranti i mesi dell’anno.
Eppure ci sono tante altre cose da vedere a Praga nella Città Vecchia!

Date un’occhiata al nostro video per decidere cosa visitare a Praga in inverno!

Potreste per esempio dedicare un po’ di tempo alla Chiesa gotica di Santa Maria di Tyn, o a quella barocca di San Nicola. Se invece vi piace l’arte asiatica, non fatevi mancare una visita al Palazzo Kinsky, un edificio in stile Rococo nel quale vi è anche un’interessante mostra sull’arte della calligrafia nell’Estremo Oriente.

Un altro punto di interesse nella piazza della Città Vecchia di Praga è l’edificio chiamato la Casa Al Minuto. E’ ricoperto da graffiti raffiguranti scene della mitologia greca, con riferimenti alla Bibbia e al periodo rinascimentale. Franz Kafka viveva qui con la sua famiglia, al secondo piano, quand’era soltanto un bambino.

Mentre stavamo cercando di decidere cosa vedere a Praga in 2 giorni (poi abbiamo aggiunto un giorno in più), io e Al ci domandavamo dove poter andare dalla piazza della Città Vecchia, intorno alla quale ci sono tanti hotel carini, senza usare i mezzi pubblici. Volevamo infatti esplorare la città a piedi per viverla al meglio, ma Al era preoccupato che saremmo arrivati a sera completamente distrutti. Dopo aver testato questo itinerario anche con la neve possiamo confermarvi che è fattibile a piedi! Non vi stancherete troppo. Se poi non aveste voglia di camminare o aveste organizzato questo viaggio a Praga con i bambini, sappiate che potrete usare i mezzi di trasporto! A Praga sono infatti puliti, puntuali e facili da prendere. Tram e metropolitane sono in genere le opzioni più gettonate!

Dopo aver esplorato la piazza della Città Vecchia di Praga, ci siamo spostati a Josefov, il quartiere ebraico a Praga. Se seguite il nostro blog da un po’ saprete che abbiamo voluto visitare i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau, in Polonia. Da allora scegliamo di esplorare tutti i ghetti ebraici nei Paesi che visitiamo. Josefov è uno tra i quartieri ebraici più antichi in Europa. Sfortunatamente fu quasi del tutto distrutto tra il 1893 e il 1913, quando si decise di modernizzare la città sul modello di Parigi (qui potete trovare una utile guida ai distretti di Praga per capire come sono suddivisi oggi e dove alloggiare a Praga). Sono rimaste alcune sinagoghe, il vecchio cimitero e il vecchio Municipio ebraico: potete visitarli tutti acquistando un biglietto per il Museo Ebraico di Praga.

Mentre ci stavamo dirigendo verso Piazza San Venceslao, abbiamo attraversato Na Prikope, la strada dello shopping di Praga. Se cercate un posto perfetto per scattare foto del vostro nuovo outfit da pubblicare su Instagram, l’avete trovato! Su questo viale alberato si affacciano meravigliosi edifici finemente decorati e boutique delle grandi marche internazionali. E’ un posto molto carino da visitare anche di sera, perché pieno di ristoranti e ben illuminato.

L’ultima tappa della prima giornata di questo Viaggio a Praga è Piazza San Venceslao, che ha giocato un ruolo importantissimo nella storia di Praga. Era (e lo è ancora oggi) il posto nel quale venivano organizzate manifestazioni, cortei o eventi importanti. Vi troverete cinema, teatri, hotel, ma anche tanti negozietti carini e ristoranti per trascorrere una serata romantica con la vostra dolce metà.

Cosa vedere a Praga in 2 giorni |
 Il maestoso ingresso al Castello di Praga
Aggiungete il Castello alle cose da vedere a Praga e non ve ne pentirete!

Cosa fare a Praga il secondo giorno – Il Castello

Per il secondo giorno del nostro viaggio a Praga abbiamo pianificato un’altra lunga (ma piacevole) passeggiata. Noi alloggiavamo nella Città Vecchia, pertanto abbiamo deciso di raggiungere la Torre delle Polveri, un antico varco d’ingresso alla città che divide la Città Vecchia dalla Nuova. Si tratta però di una tappa facoltativa che potete scegliere di evitare, qualora alloggiaste troppo lontani. La Torre delle Polveri è infatti un posto da vedere a Praga se amate la fotografia, ma non è visitabile.
Da lì ci siamo incamminati verso un altro punto d’interesse molto famoso di Praga. Il Ponte Carlo è un ponte pedonale in pietra che attraversa la Moldava, collegando la Città Vecchia al quartiere di Mala Strana. Le torri a punta sui due lati sono state usate come modello per ricostruire un buon numero delle altre torri di Praga in epoca vittoriana.
Al nostro arrivo in città, un tassista (ormai abbiamo capito che ho una certa tendenza a scoprire dettagli interessanti facendo amicizia coi tassisti) ci aveva detto che se volevamo andare a Ponte Carlo per scattare qualche fotografia, saremmo dovuti arrivare prima delle sei del mattino. All’inizio pensavamo che stesse scherzando, ma abbiamo dovuto ricrederci. Stava nevicando, eppure alle 8:30 il ponte era già affollato! La parte peggiore è stata dover aspettare in fila per scattare qualche fotografia alle statue sul ponte: alcuni gruppi o famiglie ci mettevano davvero tanto tempo a scattarsi un numero indefinito di selfie, lasciando gli altri in attesa. Non siate quel tipo di turista, per favore!
A questo punto non avevamo alcun dubbio sul fatto che il tassista non stava affatto scherzando. Se volete scattare qualche bella foto del ponte fate in modo di arrivarci all’alba, per evitare la massa brulicante di turisti. Soprattutto in alta stagione, il Ponte Carlo diventa tremendamente affollato e impossibile da fotografare decentemente!

Un’altra cosa da vedere a Praga è ovviamente la collina del Castello. Dal Ponte Carlo avete due opzioni. La prima è prendere un tram per arrivare quasi in cima alla collina. Quando ho organizzato il viaggio a Praga per i miei genitori, per esempio, gli ho fatto prendere un tram fino a Pražský hrad, una delle fermate più vicine al Castello. Io però volevo mettere alla prova (come sempre) il mio asma, e così ho deciso di salire la lunga e tortuosa stradina fino in cima, sfruttando come aiuto soltanto l’infinita pazienza di Aldo.
Volete la verità? Non è stato per niente facile! La pendenza è notevole e i tanti scalini la rendono un’impresa ardua, soprattutto in inverno con l’aria gelida! Tuttavia se volete mettervi alla prova, sappiate che lungo la scalinata che porta in cima potrete fermarvi per scattare un po’ di foto al panorama, approfittandone per riposarvi.


Questa collina fortificata include svariati edifici storici da poter visitare. Per entrare nel Castello di Praga dovrete passare attraverso controlli di sicurezza che includono un metal detector. Anche se le file erano piuttosto lunghe, abbiamo notato che i soldati di guardia si sono comportati sempre in maniera impeccabile, cercando di non trattenere le persone più del dovuto. Non sarà necessario sfilare le scarpe, ma potrebbero chiedervi di aprire borse e zaini per controllare ciò che state portando all’interno. Ricordate inoltre che non è consentito l’utilizzo di droni, pertanto se ne avete portato uno potrebbero sequestrarlo all’ingresso.

Qui trovate tante informazioni su cosa mangiare a Praga!

A seconda di quanto tempo avete a disposizione e di quanto vi piace visitare gli edifici storici, potete acquistare due tipi di biglietti per accedere al Castello di Praga. Il primo (Visita B) include soltanto gli edifici principali, e pertanto può essere considerato il “percorso breve” (Cattedrale di San Vito, Vecchio Palazzo Reale, Basilica di San Giorgio, Vicolo d’oro e Torre di Dalibor), il secondo, più lungo (Visita A), include invece l’accesso al Palazzo di Rosenberg e alla mostra “Storia del Castello di Praga, in aggiunta agli edifici visitabili con il biglietto Visita A.
Noi avevamo una Prague Card che include l’ingresso al tour B, pertanto ne abbiamo usufruito senza pagare l’extra per la Visita A. Abbiamo infatti constatato che il “percorso breve” non è affatto breve quanto potreste pensare. Se intendete visitare Praga in 2 giorni, forse sarebbe meglio limitarsi al Tour B.


La Cattedrale di San Vito è uno dei posti in cui trascorrerete più tempo nel corso della visita. Le sue torri dominano la collina e l’interno, quando il sole filtra attraverso le meravigliose vetrate colorate, è pieno di riflessi colorati, statue e meraviglie architettoniche. Il Vecchio Palazzo Reale invece, insieme alla Basilica di San Giorgio, sono le parti più “veloci” della visita in quanto non c’è moltissimo da vedere (almeno a confronto con la Cattedrale!). Quando finalmente siamo arrivati al Vicolo d’Oro… ci siamo chiesti come abbiano fatto le persone che postano foto di questo vicoletto su Instagram, a scattare quando non c’era nessuno. Probabilmente anche in questo caso è necessario puntare la sveglia all’alba.
Questo lungo vicolo fu costruito nel XVI secolo. Qui venivano alloggiati i soldati della guardia di Rodolfo II d’Asburgo. Ha assunto il nome “Vicolo d’Oro” soltanto un secolo dopo, per via delle tante botteghe orafe sorte in questa strada.
Quando l’ho visto ho pensato subito a Burano (si, forse anche per via dei tanti turisti!): ci sono decine di piccole e deliziose casette coloratissime e persino un paio di negozi caratteristici che vendono decorazioni natalizie per tutto l’anno. Molte delle casette sono diventate negozi di souvenir e c’è persino un piccolo museo di armi e armature medievali. Alcune però possono essere visitate, consentendovi di vedere come vivevano le persone dell’epoca. Non dimenticate di andare a vedere la minuscola taverna!
Molti scrittori e filosofi, tra cui Franz Kafka, hanno abitato in queste casette.
Se volete provare a scattare qualche foto, è forse meglio arrivare qui di primo mattino e passare subito alla visita del Vicolo d’oro, prima di entrare negli altri edifici, così da precedere le folle di turisti!

Alla fine del Vicolo d’Oro vi è l’accesso alla Torre di Dalibor, che una volta era una prigione. Si tratta di una di quelle visite divertenti/macabre/interessanti che, a seconda dei gusti, può portare via più o meno tempo. Dal momento che avete solo due giorni a Praga decidete quanto tempo dedicare alla torre in base a quanto avete già scritto nel vostro elenco di cose da visitare in città.
Prima di uscire dalle mura del castello, dirigetevi comunque al Belvedere, da cui potrete scattare magnifiche fotografie di Praga vista dall’alto. Quando eravamo ormai fuori dalle mura del Castello, abbiamo deciso di concederci un piccolo snack. La moneta a Praga è la corona, ma i prezzi vengono spesso indicati anche in Euro. Ebbene, la nostra merenda, al prezzo di 2€, è stata un lungo bastoncino di legno con sopra infilzate tante fettine di patata fritte, condite con una spolverata di sale. Dopo le fatiche della giornata è stato veramente graditissimo!

Visto che siete già dall’altro lato della Moldava, approfittate per esplorare un altro po’ il quartiere di Praga Mala Strana. Se vi piacciono le statue bizzarre, andate a guardare nel cortile del Museo Franz Kafka: ci sono due statue in bronzo che fanno la pipì in una piscinetta sagomata con la forma della Repubblica Ceca. L’artista che le ha create si chiama David Cerny, uno dei più famosi e irriverenti di Praga: se incrociate qualche altra opera bizzarra in città, è molto probabile che sia una sua creazione!

Qualora foste appassionati di fotografia, andate al Muro di Lennon: da qui scatterete fantastiche foto del Ponte Carlo.

Riuscite a vedere in lontananza quella che sembra la Tour Eiffel? Ebbene, non si tratta dei postumi di una sbornia (anche se la birra a Praga è davvero deliziosa), ma della Torre panoramica di Petrin. Costruita in occasione dell’Esposizione Giubilare del 1891 come copia della Torre Eiffel con scala 1:5, è raggiugibile con una corsa in funicolare. Dall’alto, quando il cielo è terso, potrete vedere una bella fetta di Boemia.
Attenzione però: non c’è un’ascensore e quindi dovrete salire i piccoli gradini fino in cima a piedi!

Cosa vedere a Praga in 2 giorni | Scatto dei palazzi che compongono la "Casa Danzante" di Praga
Ginger & Fred – La Casa Danzante di Praga

Viaggio a Praga tra i sapori e i profumi della cucina ceca

Prima di partire per la Repubblica Ceca, mentre stavamo pianificando cosa vedere a Praga, ci siamo resi conto che per i primi due giorni avevamo inserito tutti i posti più belli… e più turistici, nel nostro itinerario. Già, ma i praghesi vivono davvero mangiando stinco di maiale alla birra e facendosi selfie davanti agli edifici della Città Vecchia?

Ecco quindi che, quando abbiamo deciso di restare un giorno in più, abbiamo di dedicarlo a un food tour. E’ stata una giornata di totale relax, con sveglia tardi, colazione calda e poi una carrellata di ristoranti e aneddoti per scoprire la parte più vera della città. Qui potete leggere cosa abbiamo mangiato a Praga e dove!

Un food tour è il modo perfetto non solo per scoprire quali sono davvero i piatti tipici del luogo che stiamo visitando, ma anche per esplorare i posti meno turistici. Scoprirete storia, usanze e aneddoti relativi, alla città che state visitando (ve ne ho descritto uno anche quando vi ho parlato dei piatti tipici da mangiare a Napoli!). Insomma, se non foste abbastanza innamorati di Praga potreste farlo assaggiando tartine o salsicce tra i vicoletti stretti!

I food tour della compagnia Eating Europe iniziano alle 12:30 e procedono per tutta la giornata fino al pomeriggio inoltrato. Si passeggia in giro per la città, avendo modo inoltre di fare un altro giro anche dei monumenti più famosi, visitando giardini segreti o negozietti di artigianato, ma soprattutto… mangiando. Tantissimo! Abbiamo assaggiato infatti ben sette portate!

Cosa vedere a Praga in 2 giorni | La città vecchia in una giornata soleggiata
Un viaggio a Praga col sole è indimenticabile!

Dopo aver salutato il gruppo e la nostra guida, abbiamo preso un tram per dirigerci alla Casa Danzante di Praga. Chiamata anche Fred and Ginger, è un edificio moderno e bizzarro che sembra persino stonare in una strada piena di palazzi dall’architettura barocca, gotica e Art Nouveau. Fu progettato dagli architetti Vlado Milunic (ceco-croato) e Frank Gehry (canadese-americano) e completato nel 1996. Sebbene il palazzo abbia l’aspetto di un edificio… storto, vi basterà guardarlo di profilo per capire che si tratta in realtà della sagoma di due persone che ballano. Ispirato ai famosi ballerini Fred Astaire e Ginger Rogers, è frutto di una ricerca meticolosa, tanto che sembra persino imitare lo stile di ballo delle due storiche icone della danza moderna.

Il lotto in cui fu costruita la Casa Danzante di Praga era vuoto: il magnifico palazzo che lo occupava fu infatti distrutto nel corso del bombardamento americano di Praga nel 1945.

Quando avrete finito di scattare fotografie, incamminatevi lentamente in direzione di Piazza San Venceslao, continuando a mantenervi in linea retta sulla stessa strada della Casa Danzante. Troverete molti palazzi dall’architettura magnifica, colorati e decisamente belli, perfetti per scattare un altro po’ di foto, magari per Instagram! Arriverete così al Teatro Nazionale di Praga, l’alma mater dell’opera ceca.

Su suggerimento della nostra guida per il food tour, abbiamo dato un’occhiata ai prezzi dei biglietti per i teatri a Praga, scoprendo che sono molto, molto economici. Pertanto, che stiate pensando di visitare Praga in 2 giorno o di restare più a lungo, non fatevi mancare una serata a teatro. Comunque controllate cosa c’è in programma nel corso del vostro viaggio (in genere gli hotel offrono sempre la connessione Wi-Fi gratuita). Ci sono ottime probabilità che riuscirete a concedervi una serata all’opera o un balletto classico per una cifra che si aggira tra i 10€ e i 15€!

Cosa vedere a Praga in 2 giorni | Veduta del Teatro Nazionale di Praga dal fiume
Cosa fare a Praga? Perché non vi concedete una serata al teatro?

Bonus – Alla scoperta dei dintorni di Praga

Se pensate di trascorrere più di tre giorni a Praga, potete concedervi alcune interessanti gite da aggiungere al vostro itinerario:

Avete in programma di visitare Praga in inverno? Qui trovate tanti segreti per preparare una perfetta valigia invernale: dite addio allo stress pre-partenza!

Fai pin per dopo!
Guida pratica per visitare Praga in 2 giorni! Informazioni utili sulla Praga da visitare, come evitare la folla e come organizzare questo suggestivo viaggio in Europa. Con informazioni utili per pianificare gite giornaliere nel corso del vostro viaggio a Praga e dove scattare le foto più belle. | #praga #europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.