22 cose da vedere e mangiare a Firenze

This post is also available in: English (Inglese)

22 things to see and eat in Florence

Firenze è una delle destinazioni italiane più romantiche e gettonate, oltre che una delle città più belle in Italia e in Europa. Estremamente interessante e ricca di atmosfera, è considerata dal mondo intero come uno dei luoghi più romantici d’Italia. Lasciate che vi indichi quali sono secondo me le 22 cose da vedere e mangiare a Firenze. Gli imperdibili, per così dire, che da italiana mi sento di suggerire a tutti, saltando a piè pari alcune delle mete ed esperienze più scontate, come ad esempio la Galleria degli Uffizi. Meravigliosa, ma… sempre tanto affollata!
La folla, già. Consentitemi una piccola nota, prima di iniziare. In molte delle foto noterete (impossibile non farlo!) che ci sono tante persone ad affollare la città. Mi viene spesso chiesto qual’è il periodo migliore per visitare Firenze senza imbattersi nelle terrificanti folle oceaniche. Ebbene… non credo che esista un periodo migliore o peggiore. In qualunque stagione andiate, aspettatevi code per entrare ai musei, e inquadrature con contorno di folla. L’unica tattica che per ora ha funzionato, per quanto mi riguarda, è iniziare a esplorare la città molto presto al mattino!

22 things to see and eat in Florence

Esplorare Santa Maria Novella

Santa Maria Novella è la Chiesa più vicina all’omonima stazione ferroviaria. Che arriviate con un interregionale o con un treno veloce, vi basterà percorrere davvero poca strada per raggiungere facilmente questa bella Chiesa. Un benvenuto a Firenze decisamente degno di nota!
All’interno troverete anche l’Officina profumo farmaceutica di Santa Maria Novella, la farmacia storica più antica di tutta Europa, attiva da ben quattro secoli! Si tratta di uno degli esercizi commerciali più antichi in assoluto: nel 2012 le è anche stato dedicato un francobollo.

22 things to see and eat in Florence

Fotografare il Duomo e il Campanile di Giotto

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore, conosciuta comunemente come Duomo, è il simbolo di Firenze, insieme al meraviglioso campanile di Giotto. E’ la terza Chiesa più grande in Europa dopo San Pietro a Roma e San Paolo a Londra. Sovrastata dalla più grande cupola in muratura mai costruita, ad opera del Brunelleschi, che oggi domina Firenze, è visitabile acquistando il Biglietto Unico. Questo ticket comprende l’ingresso alla Cattedrale, alla Cupola del Brunelleschi, al Campanile di Giotto, al Battistero, all’anica Basilica di Santa Reparata e al Museo dell’Opera. Il biglietto ha validità 48 ore dall’ingresso nel primo monumento e costa 15€. E’ acquistabile online o presso i distributori automatici e le biglietterie che si trovano in piazza.
Molti di voi lo sapranno già, ma trattandosi di un sito religioso, è necessario un abbigliamento consono per poter entrare. Non è consentito l’accesso a coloro che indossano pantaloncini corti, sandali o top che lasciano le spalle scoperte. Banditi anche occhiali da sole e cappelli. Se volete ovviare al problema, potreste portare una pashmina in cotone da tenere nello zaino e appoggiare sulle spalle un momento prima di entrare.
Se siete abbastanza coraggiosi, potete inoltre salire i 414 scalini che portano in cima al campanile di Giotto. Non ci sono ascensori e l’esperienza è sconsigliata ai cardiopatici e a chi soffre di claustrofobia!

22 things to see and eat in Florence

Ammirare la Porta del Paradiso

La Porta del Paradiso è la porta est del Battistero di Firenze, situata davanti al Duomo. I pannelli dorati non sono quelli originali realizzati da Lorenzo Ghilberti, conservati nel Museo dell’Opera, ma una copia.
Probabilmente l’avrete notata nel film “Inferno” tratto dal romanzo di Dan Brown: l’attore americano Tom Hanks ha più volte dichiarato di essere rimasto senza parole davanti a quest’opera meravigliosa. Purtroppo come vedete dalla foto, a meno di non arrivare molto presto al mattino, o di non sgomitare un bel po’, troverete sempre tanta folla davanti a questa porta!

22 things to see and eat in Florence

Mangiare un gelato a Piazzale Michelangelo

Piazzale Michelangelo a Firenze rappresenta il punto di osservazione panoramico più famoso della città. Al centro del piazzale vi è una copia del David di Michelangelo. Il mio consiglio? Godetevi un fresco gelato, osservando Firenze dall’alto, ma non solo. A Piazzale Michelangelo infatti troverete moltissime coppie provenienti da tutto il mondo che arrivano in Italia per sposarsi o scattare fotografie panoramiche per l’album di nozze. Qui ho incontrato una sposa incredibile. Proveniva dal Giappone e indossava un abito tradizionale bianco con inserti rosa shocking, un paio di Nike e aveva una cresta di capelli rosso fuoco. Rock on girl!

22 things to see and eat in Florence

Fotografare Ponte Vecchio

Si, l’acqua dell’Arno è gialla e quando il livello del fiume scende diventa verde. Quando ho pubblicato uno dei miei scatti di Ponte Vecchio su Instagram, tanti follower sembravano straniti da un fenomeno naturale assolutamente normale per l’Arno!

Visitare Firenze senza concedersi un po’ di tempo per scattare foto a Ponte Vecchio sarebbe una follia. Meraviglioso in qualunque momento della giornata, è un’icona di questa città. Tuttavia consiglio anche di prendervi un po’ di tempo per passeggiare sul ponte, ammirando le belle botteghe orafe e mescolandosi alla folla allegra… magari vi sentirete un po’ come Robert Langdon in “Inferno”.

22 things to see and eat in Florence

Prendere un caffè a Piazza della Signoria

Piazza della Signoria ha forma di L e si trova davanti a Palazzo Vecchio. Si tratta di una delle piazze più belle di Firenze e deve questa forma particolare alla guerra tra Guelfi e Ghibellini. In seguito alla vittoria dei Guelfi, infatti, furono abbattute 36 case appartenenti ad esponenti della fazione nemica. Fu proibito a chiunque di costruire nuove case su questi terreni e pertanto il resto della città ha continuato a crescere tutto intorno.
Questa grande piazza è da sempre il centro della vita politica della città, nonchè luogo di ritrovo, caratterizzato da tanti piccoli bar e negozietti tutto intorno. Che c’è di meglio di sorseggiare un buon caffè con vista sui tanti monumenti di Piazza della Signoria?

22 things to see and eat in Florence

Farsi largo tra la folla per raggiungere Palazzo Vecchio

Raggiungere Palazzo Vecchio, soprattutto se arrivate dai vicoletti stretti intorno all’edificio, può rivelarsi un’impresa piuttosto difficoltosa. Non si tratta soltanto di scansare le carrozze coi cavalli, ma di farsi largo, qualche volta, tra un mare di persone. Ricordo ancora con orrore la volta in cui, mentre passeggiavamo verso il mercato, una nostra amica iniziò a sentirsi male tra la folla. C’erano troppe persone, spingevano troppo. Si è spaventata e ha rischiato un attacco di panico. Ecco perchè suggerisco spesso di visitare Firenze nei giorni settimanali: i weekend possono essere terrificanti.

Palazzo Vecchio è il municipio di Firenze, caratterizzato dalla riproduzione della statua del David di Michelangelo e dalla torre dell’orologio. Originariamente era il “Palazzo della Signoria“, diventato poi “vecchio” quando il Duca de’ Medici si trasferì da qui al Palazzo Pitti.

22 things to see and eat in Florence

Visitare il cortile interno di Palazzo Vecchio

L’ingresso al cortile interno di Palazzo Vecchio è gratuito. Potete accedervi dal portone principale su Piazza della Signoria. Questo meraviglioso ambiente fu progettato nel 1453 da Michelozzo e successivamente abbellito da Giorgio Vasari. Avrete modo di ammirare stucchi e colonne finemente decorate, ma anche gli stemmi delle corporazioni delle arti e dei mestieri della città. Al centro, in sostituzione di un pozzo, venne eretta una meravigliosa fontana in porfido: l’acqua che la alimenta arriva direttamente dalla collina di Boboli grazie a un antico sistema idrico.
Dal primo cortile potrete accedere a una Camera d’Arme, oggi usata per mostre ed eventi, e a un secondo cortile, usato come spazio per la dogana. Qui troverete la biglietteria per il museo di Palazzo Vecchio.

22 things to see and eat in Florence

Scattare una foto a L’importuno

Appena usciti da Palazzo Vecchio, fate bene attenzione a guardare la parete sulla destra dell’ingresso. Quasi mimetizzato tra i mattoni troverete l’incisione di un profilo di testa d’uomo. Si tratta di uno dei misteri più chiacchierati di Firenze, che spesso sfugge ai turisti poco attenti.

La leggenda narra che Michelangelo Buonarroti, ogni volta che si trovava a passare di qui, veniva regolarmente fermato da una persona che lo annoiava raccontandogli sempre la stessa storia dei suoi fallimenti finanziari, una giustificazione del motivo per cui non gli aveva restituito il denaro prestatogli. Fu in una di quelle occasioni che il grande artista, che aveva tra le mani gli arnesi del mestiere, scolpì il profilo dello scocciatore nella pietra, girato di spalle e senza parlare, mentre fingeva di ascoltare per l’ennesima volta la stessa storia.
Potrebbe trattarsi solo di una leggenda, ma la figura esiste davvero e i fiorentini ormai da secoli l’hanno affettuosamente battezzata “L’importuno“.

22 things to see and eat in Florence

Passeggiare lungo l’Arno

Dal momento che la maggior parte dei turisti che affollano Firenze si ammassa verso il centro o lungo Ponte Vecchio, potreste godervi una bella passeggiata lungo l’Arno in tranquillità. Nell’estate di quest’anno, è stato inaugurato un camminamento lungo il fiume da Piazza Poggi, che strizza l’occhio soprattutto ai bambini. Sono state infatti posizionate lungo la riva cinque sculture che rappresentano animali fantastici e reali, realizzate con il legno trovato lungo le sponde del fiume. Parte della passeggiata è gratuita, mentre alla sera vengono organizzati aperitivi a pagamento per tutta la famiglia.
Dalle rive dell’Arno avrete inoltre la possibilità di scattare bellissime foto di Ponte Vecchio!

22 things to see and eat in Florence

Esplorare i vicoletti

I vicoletti stretti di Firenze meriterebbero un articolo a parte. Meravigliosi, soprattutto quando fanno da cornice a una fettina dei maestosi palazzi storici, sono anche uno dei posti migliori nei quali andare a caccia di ristoranti. Ci sono ottime possibilità infatti di trovare piccoli ristoranti e street food a prezzi più bassi rispetto a quelli che si trovano nelle zone più centrali. Lungo i vicoletti ci sono anche molte botteghe artigiane, che vendono soprattutto articoli in pelle.

22 things to see and eat in Florence

Assaggiare il lampredotto

Il Lampredotto è un piatto tipico fiorentino, a base di uno dei quattro stomaci dei bovini, l’abomaso. Si tratta di una pietanza povera, ancora oggi molto diffusa in città grazie alla presenza di numerosi chioschi dei cosiddetti “lampredottai”, dislocati in diverse zone di Firenze. Se state pensando a come lasciare le mance, ricordate che hanno senso al ristorante, non per i venditori ambulanti.

Per preparare il lampredotto, lo stomaco del bovino viene cotto a lungo in acqua con pomodoro, cipolla, prezzemolo e sedano. Si può mangiare come un normale bollito, condito con salsa verde, oppure tagliato a pezzetti e servito in un panino toscano salato. La parte superiore viene in genere imbevuta nel brodo di cottura del lampredotto. Se non vi dispiace l’odore e vi sentite coraggiosi… dateci dentro!

22 things to see and eat in Florence

Divertirsi a Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica si trova nel centro storico della città, e la si potrebbe definire l’ombelico di Firenze. E’ un luogo di ritrovo per i fiorentini, sempre piena di artisti e musicisti di strada. Qui potrete ascoltare musica proveniente da ogni parte del mondo, scatenarvi con ballerini di break dance o osservare pennelli e matite che si muovono piano sulla tela, riproducendo la meravigliosa architettura che circonda questi artisti urbani.

22 things to see and eat in Florence

Fare un giro sul carosello dei cavalli

A Piazza della Repubblica non potrete non notare una bellissima giostra con venti cavalli e due carrozze dorate. La struttura in regno è dipinta con allegri colori pastello. Si tratta dell’antico carosello di proprietà della famiglia Picci, amorevolmente restaurato, ed è in funzione da novembre a maggio, più o meno dalle dieci del mattino, alle otto di sera.
Si tratta di una vera e propria iniezione di gioventù, e sicuramente di un’esperienza fuori dagli schemi che renderà unico il vostro viaggio a Firenze!

22 things to see and eat in Florence

Vi ricordate di Paola? Abbiamo esplorato Firenze qualche tempo fa insieme ad Happy Socks!

Esprimere un desiderio al Porcellino

Appena oltre il mercato nuovo, troverete quasi sicuramente un capannello di gente assiepata davanti al una fontana che raffigura un cinghiale,chiamato “Porcellino” dai fiorentini. Si dice che toccare il muso di questo “porcellino” porti fortuna: infatti quella è la parte più lucida e consumata della fontana! Il rituale prevede che si debba poggiare una monetina nella bocca aperta del porcellino, esprimendo un desiderio. Quando la monetina scivolerà verso il basso, se dovesse cadere nella grata, il desiderio si avvererà. Altrimenti… non vi resterà che provare di nuovo!
Le monetine raccolte in questo modo vengono donate in beneficenza, un altro ottimo motivo per tentare la fortuna!

Il Porcellino si trova nella zona del mercato per cui potete andare in giro a fare shopping di souvenir 100% italiani!

22 things to see and eat in Florence

Ammirare la città dal suo punto più alto

San Miniato al monte è uno dei luoghi più alti di Firenze. Da qui potrete scattare meravigliose fotografie della città e dell’Arno. E’ inoltre possibile visitare la Basilica Abbaziale di San Miniato al Monte, un capolavoro dell’architettura romanica fiorentina. Qui è presente una meridiana solstiziale tra le più antiche ancora funzionanti in Europa. Il pavimento raffigura uno zodiaco in marmo risalente al 1207. E’ solo del 2011 la scoperta che per alcuni istanti, a mezzogiorno del solstizio d’estate, il segno del cancro viene illuminato da un raggio di sole.

22 things to see and eat in Florence

Azzannare una succosa bistecca alla fiorentina

La bistecca alla fiorentina è l’orgoglio della Toscana. Si tratta di una T-bone (presenta un osso a forma di T al centro) di carne Chianina, una razza locale conosciuta per il delizioso sapore delle sue carni. Il sapore particolare della bistecca alla fiorentina è dovuto a un’attenta frollatura che dura almeno due settimane in apposite celle frigorifere. Deve essere tassativamente alta 5-6 cm e viene servita al sangue (non provate neppure a chiedere che sia ben cotta!).

Il contorno tradizionale è costituito da fagioli cannellini all’olio o da insalata. Si accompagna in genere a un buon bicchiere di Chianti classico.

Si, è vero, costa un bel po’. Ma noi non abbiamo mai mangiato una bistecca più buona! Tentano di copiarne la ricetta anche in altre regioni italiane, ma nessuno riesce a preparare la fiorentina come fanno in Toscana, quindi approfittatene!

22 things to see and eat in Florence

Meravigliarsi nel “Tempio dell’Itale Glorie”

La Basilica di Santa Croce è la principale Chiesa francescana a Firenze. E’ luogo di sepoltura di alcuni degli italiani più illustri come Michelangelo, Galileo, Machiavelli, Foscolo, Gentile, Rossini. Ecco perchè viene definita “Il tempo dell’Itale Glorie“.

Ogni anno qui viene disputata la Partita dell’Assedio. Si tratta di un evento a metà tra la storia e lo sport. E’ una rievocazione storica della celebre partita giocata nel 1530 mentre la Repubblica Fiorentina era sotto assedio delle truppe imperiali di Carlo V… da oltre un anno. I giocatori di dividono in due squadre: la partita scatena spesso scazzottate tra i più accaniti, ma per fortuna tutto si risolve in una risata da entrambe le parti!

22 things to see and eat in Florence

Esplorare il giardino di Boboli

Questo parco storico è nato come giardino di Palazzo Pitti ed è connesso al Forte di Belvedere, che garantiva la sicurezza del sovrano e della sua famiglia. E’ uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana al mondo, nonchè museo all’aperto che ogni anno accoglie circa 800.000 visitatori. Il prezzo del biglietto, che include anche l’ingresso al Museo degli argenti, al Museo delle Porcellane e al Giardino Bardini, è di €10. Se avete intenzione di comprare i biglietti online in prevendita, così da saltare la fila, dovrete aggiungere 3€, per un totale di 13€.

22 things to see and eat in Florence

Meravigliarsi della bellezza della Galleria Palatina al Palazzo Pitti

Il Palazzo Pitti da solo meriterebbe almeno un’abbondante mezza giornata, per poter visitare gli Appartamenti Reali, i Giardini di Boboli con i musei annessi e la Galleria Palatina. Tuttavia per una visita veloce, che vi lascerà comunque senza fiato, potreste visitare soltanto la Galleria Palatina e gli Appartamenti reali. Situata nell’ala sinistra del palazzo, la galleria ospita capolavori di Raffaello, Tiziano, Caravaggio, Rubens, Pietro da Cortona e tanti altri maestri italiani ed europei del Rinascimento e del Seicento. L’allestimento è sfarzoso, con cornici dorate e volte affrescate: se amate l’arte, non potete perdervi la Galleria Palatina.
Per me è stata una grandissima emozione poter vedere tanti dipinti di artisti che hanno fatto la storia dell’arte, all’interno di una cornice decisamente sfarzosa.

I biglietti per la Galleria Palatina costano 8,50 € ma fate attenzione: possono subire variazioni in caso di eventi speciali o mostre temporanee. E’ bene sempre informarsi anticipatamente!

22 things to see and eat in Florence

Ammirare il lavoro dei Madonnari

Gli artisti di strada che ricopiano grandi capolavori (spesso a sfondo religioso) sui marciapiedi delle grandi metropoli si chiamano “Madonnari“. A Firenze ne abbiamo trovati alcuni bravissimi: faceva molto caldo, eppure, nonostante non fossero più dei giovanotti, restavano inginocchiati per terra a disegnare coi loro gessetti colorati, senza preoccuparsi del sole, della folla di curiosi, del passare delle ore. Si tratta di una forma d’arte in via di estinzione: a Napoli per esempio non ne abbiamo mai visto neanche uno!
Approfittate di questi artisti nella meravigliosa cornice di Firenze. Osservateli lavorare, guardate la dedizione che mettono in ognuno dei loro capolavori. E magari, quando avranno finito, lasciate loro un’offerta e un complimento: gli fa molto piacere sapere che c’è chi apprezza la loro arte!

22 things to see and eat in Florence

Concedersi un buon aperitivo

L’aperitivo è una bevanda alcolica o analcolica che si beve prima dei pasti per stimolare l’appetito. Viene accompagnata in genere da stuzzichini: in Toscana vanno per la maggiore il Negroni e lo Spritz. La cosa migliore a Firenze è concedersene uno su un roof bar, su terrazze con vista che vi consentiranno anche di scattare bellissime foto della città. Il dress code in questo caso è molto rigido: niente jeans o pantaloncini corti.
Uno dei roof bar più gettonati in questo periodo è il B-Green sulla terrazza dell’Hotel Baglioni: con 15€ potrete avere drink, finger food gourmet e dal lunedì al venerdì anche musica dal vivo. Se invece del Negroni volete provare vini e birre artigianali toscane, optate per il Minerva Giò, sul tetto dell’Hotel Minerva, in piazza Santa Maria Novella.
… insomma, uniamo l’utile al dilettevole!

Fai pin per dopo!
22 things to see and eat in Florence

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.