Perché andare in vacanza in primavera in Italia (info utili)

This post is also available in: English (Inglese)

Case coloratissime in una strada di Burano, vicino Venezia
Viaggiare in primavera è davvero una scelta furba!

Andare in vacanza in primavera in Italia è assolutamente fantastico. Essendo innamorata del mio Paese probabilmente penserete che sono di parte. Forse è così, ma credo davvero che la primavera sia il periodo più bello dell’anno per organizzare vacanze low cost in Italia. Non si tratta soltanto del bel tempo, ma anche di prezzi, di posti meno affollati, di piatti tipici da assaggiare e di tanto altro ancora! Se avete già programmato un viaggio alla scoperta delle città più belle in Italia probabilmente avrete preparato un itinerario dettagliatissimo. Ma siete sicuri di sapere quando organizzare l’agognata vacanza per avere la certezza di massimizzare il divertimento? Lasciate che vi dia un po’ di idee per viaggiare in primavera: sono certa che vi innamorerete anche voi di questa stagione!

La Basilica di San Domenico a Siena circondata da edifici antichi e vegetazione
Siena è una di quelle città toscane che vanno esplorate quando non c’è folla

Perché dovreste viaggiare in primavera

Vi ho probabilmente detto fin troppe volte che organizzare un viaggio sulla Costiera Amalfitana ad agosto non è un’idea furba. Ci sono così tanti turisti che chi abita nei paesini tende a scappare. Gli ingorghi sono all’ordine del giorno, pertanto gli autobus di linea rallentano o restano bloccati nel traffico, e questo li rende inaffidabili.

Le tariffe dell’alta stagione sono in genere applicate ai mesi di luglio e agosto. Gli alberghi meno costosi vengono prenotati con mesi e mesi di anticipo. Dopo aver deciso dove alloggiare sulla Costiera Amalfitana (ma vale lo stesso per le Cinque Terre) comparate i costi di una vacanza primaverile con quelli di una vacanza estiva. In alcuni casi l’aumento è di oltre il 100%: pura follia!

Meglio allora organizzare delle vacanze di primavera, che sono decisamente low cost in confronto!

Se avete sempre desiderato visitare i Musei Vaticani o il Colosseo, organizzate il vostro viaggio a Roma in primavera: le file per entrare nei musei sono molto brevi! Potrete quindi sfruttare il tempo risparmiato facendo shopping di souvenir italiani da riportare a casa in ricordo di una fantastica vacanza.

Anche per gli appassionati di trekking andare in vacanza in primavera in Italia è un’ottima idea. Sono tantissimi quelli che visitano le Cinque Terre tra la fine di aprile e l’inizio di maggio per potersi godere la quiete dei sentieri più suggestivi. Tra l’altro la primavera è la stagione dei fiori! Abbiamo visitato Amsterdam in primavera, ma i Paesi Bassi sono pieni di fiori e arbusti per tutto l’anno (quindi non vale!). Date una possibilità anche alle Cinque Terre nel periodo primaverile!

Se non riuscite a visitare l’Olanda nè a volare in Giappone per la fioritura dei ciliegi, l’Italia rappresenta la destinazione perfetta per delle vacanze low cost!

Siete appassionati di tintarella? Sono costretta a ripetermi ancora: il miglior periodo per viaggiare è la primavera, soprattutto nelle regioni del sud Italia. Personalmente sceglierei mille volte una spiaggia solitaria a maggio piuttosto che una super-affollata ad agosto. Pertanto se volete rosolarvi al sole sulle spiagge della Sicilia, o se avete intenzione di esplorare le più belle spiagge della Costiera Amalfitana, non c’è stagione migliore!

Un anno decidemmo di festeggiare il mio compleanno con un viaggio in Salento a luglio. Ebbene, lasciate che io sia assolutamente onesta con voi. Non c’era neanche abbastanza spazio per stendere un telo mare sulla sabbia! La Puglia è meravigliosa ma in estate è molto affollata. Dopo aver fatto tanti sacrifici per andare in vacanza, credo che il minimo che ci spetta sia stendersi al sole senza farsi calpestare dagli altri. Dico bene?

Per farla breve, le vacanze di primavera sono smart perché saranno sempre più economiche, piacevoli, profumate di fiori e meno affollate di quelle estive. Oh, e ovviamente potrete assaggiare tanti piatti tipici primaverili! Ve ne parlo più avanti!

Primavera in Italia: come sarà il tempo?

Posto che probabilmente la primavera in Italia è sempre leggermente più calda al sud rispetto al nord, ci sono alcuni tratti comuni all’intera penisola.

Ma quando è primavera? La primavera inizia il 20 marzo e termina il 21 giugno. Come sapete c’è un detto: marzo è pazzo. Il clima nel primo mese primaverile è sempre molto inaffidabile. Un momento c’è una meravigliosa giornata di sole. Quella dopo inizia a piovere… magari proprio quando siete in giro in moto (true story)! Al contrario spesso a Napoli si passa direttamente dai maglioni di lana alle t-shirt in cotone. Avete presente quando sentite dire che “non esistono più le mezze stagioni“? Ecco, qui al sud è proprio così!

Le temperature medie in Italia a marzo vanno da 5°C a 16/17°C. E’ importante tenere presente che sarà meglio prevedere pioggia: per questo preparare bene la valigia è fondamentale. Più avanti ci sono alcuni suggerimenti che vi aiuteranno a organizzarvi al meglio così che eventuali pioggie non vi rovinino i viaggi di primavera.

Un altro punto da tenere sempre a mente è che a causa del riscaldamento globale è sempre più difficile prevedere con esattezza che tempo farà. In genere quando non sono sicura metto in valigia un po’ di tutto, ma senza esagerare, perché sempre più spesso si viaggia con il solo trolley da cabina e quindi lo spazio è piuttosto limitato!

Le temperature si riscaldano man mano che arriva il mese di aprile. Andare in vacanza in questo periodo significa pertanto giornate soleggiate e poca folla. Se si preannuncia una stagione calda potreste anche andare in spiaggia, in Puglia e Sicilia dovreste riuscire anche a fare il bagno!

La Costiera Amalfitana ad aprile è assolutamente magnifica. Questo è il periodo migliore per visitare questa zona prima che venga presa d’assalto dalle folle di turisti estivi. Le spiagge di Positano, in genere strapiene, ad Aprile sono quasi deserte. Gli unici che ci vanno con regolarità sono gli abitanti della zona. Noi ad Aprile trascorriamo quasi tutti i fine settimana sulla Costiera Amalfitana proprio perché ci piace moltissimo quando è così tranquilla!

Milano in primavera è molto vivibile. Aprile e maggio sono mesi principalmente soleggiati e per niente afosi. Potrebbe piovere, ma non dura mai troppo a lungo. Capita a volte di avere un’intera giornata di sole e un paio di ore di pioggia al pomeriggio. Non so voi, ma io preferisco questo clima all’afa di agosto (ci sono anche meno zanzare ai Navigli)!

Se poi vi piace il design, dal 9 al 14 aprile c’è il Salone del Mobile proprio a Milano. Vi converrà annotarlo comunque, anche se non vi interessa, perché trovare un alloggio a prezzi decenti in quel periodo potrebbe essere molto difficile!

Organizzare viaggi ad aprile a Venezia è un’altra idea smart. Il motivo è presto detto: non solo la Serenissima sarà meno affollata, ma con le belle giornate di sole dovreste riuscire a organizzare un tour in barca a Murano, Burano e Torcello.

Il Carnevale si festeggia 40 giorni prima della Pasqua. A Venezia è un evento meraviglioso, famoso in tutto il mondo. Questo significa dire addio alle vacanze low cost perché gli alberghi hanno tariffe proibitive e sono prenotati con molti mesi di anticipo. Se non avete un grosso budget a disposizione, vi suggerisco di evitare il Carnevale e visitare Venezia qualche settimana prima o dopo.

Il mese di maggio in Italia è generalmente caldo e piacevole, dovunque decidiate di andare. Le temperature medie si aggirano intorno ai 20°C, per cui non solo potrete passeggiare in spiaggia, ma anche concedervi il primo tuffo della stagione!

Ragazza bionda con indosso un trench trascina il fidanzato verso il Ponte di Rialto a Venezia
Organizzare bene la valigia è assolutamente fondamentale se non volete portare cose inutili

Cosa mettere in valigia per le vacanze di primavera

Organizzare una valigia perfetta per andare in vacanza in primavera è fondamentale. Se avete letto il paragrafo precedente riguardo alle temperature primaverili saprete infatti che variano molto e che potrebbe piovere.

Dal momento che io e Aldo viaggiamo spesso soltanto con il bagaglio a mano, abbiamo imparato alcuni trucchetti utili per preparare la valigia, così da assicurarci di non trascinarci dietro indumenti che non indosseremo.

Quello che faccio sempre è annotare cosa voglio indossare per ogni giornata di vacanza. Porto con me meno paia di pantaloni rispetto a maglie e maglioni, per risparmiare spazio. Abbinando le varie cose in maniera diversa infatti sembrerò sempre vestita in modo diverso, senza dover mettere in valigia decine di outfit!

Se non siete certi del tempo, la cosa migliore da fare è vestirsi a strati. Se avete in programma un viaggio a marzo in montagna, potrebbe essere una buona idea portare una maglietta termica per non avere freddo. Ma la maglietta termica può essere utile anche per non riempire il trolley con troppi maglioni in caso abbiate a disposizione uno spazio limitato. O se avete in mente di organizzare un road trip da nord a sud Italia (le temperature possono variare parecchio).

In questo caso potrete portare una maglietta termica da indossare sotto a maglie più leggere. Gli indumenti termici occupano infatti molto meno spazio rispetto a un maglione pesante e ci hanno salvato più di una volta!

In primavera il mio outfit per i viaggi in Italia prevede maglie in cotone a manica lunga e blazer o trench leggeri. Il denim da è sempre il mio migliore amico. Adoro i jeans skinny, quelli aderenti per intenderci, ma un paio di leggings andranno benissimo se li trovate più comodi!

Tenete a mente che qui al sud già a maggio dovrete indossare le maniche corte perché inizia a fare caldo!

Assicuratevi di mettere in valigia un paio di scarpe o stivaletti comodi che non vi facciano male ai piedi anche se li usate per tutto il giorno. Preferite sempre quelli impermeabili, in caso piova.

Se siete davvero a corto di spazio, potreste inoltre portarvi dietro un paio di ballerine più eleganti per uscire di sera, invece di un secondo paio di scarpe più voluminose.

Un impermeabile pieghevole occupa inoltre poco spazio. E’ buona norma portarne sempre uno nello zaino quando viaggiate in primavera, così da evitare di mettere in valigia un ombrello del quale magari non avrete bisogno.

Drone shot of the colorful houses in Riomaggiore in Cinque Terre (Italy) next to the coast
Riomaggiore nelle Cinque Terre è assolutamente magnifico in primavera… e molto meno caotico!

Andare in vacanza per Pasqua

Molte persone si domandano se a Pasqua e Pasquetta riusciranno a trovare qualcosa da fare: che sia tutto chiuso?

In caso abbiate deciso di andare in vacanza proprio in questo periodo, non preccupatevi. I musei sono sempre aperti a Pasqua. Inoltre se capita la prima domenica del mese, l’ingresso ai musei sarà gratuito, per cui di certo non ve ne starete con le mani in mano!

Anche i negozi sono generalmente aperti per Pasqua. Probabilmente nei centri abitati più piccoli potrebbero essere chiusi. Ma in tal caso, ci sono così tanti centri commerciali ormai ovunque che se proprio avete voglia di fare un giro per negozi, non resterete delusi.

Siccome agli italiani piace andare fuori a pranzo per Pasqua, e ancora di più a Pasquetta, è necessario prenotare per avere la certezza che ci sia un tavolo libero al nostro ristorante preferito. Se sapete già dove andare potete usare i contatti sulla pagina Tripadvisor del locale per prenotare con almeno un giorno di anticipo. Qualora abbiate organizzato una gita con un gruppo numeroso, assicuratevi di chiamare con largo anticipo, per essere sicuri che ci sia posto per tutti!

Molti ristoranti hanno un menu fisso per Pasqua e Pasquetta. In tante regioni inoltre si consuma carne di agnello nelle festività di Pasqua. Se avete specifiche esigenze alimentari o se non volete mangiare agnello, informate sempre lo staff del ristorante in anticipo, così potranno assicurarvi di preparare un menu diverso per voi.

Ovviamente Pasqua significa anche regalarsi uova di cioccolato, che siano piccole o più grandi. Sebbene alcune persone preferiscano quelle con una bella sorpresa, per quanto mi riguarda si tratta dell’unica cosa che prendo in considerazione.

Il mio uovo di Pasqua preferito è infatti il Nocciolato Gianduia della Novi. La sorpresa in questo caso sono 140 deliziose nocciole del Piemonte intere, che mi mandano puntualmente in visibilio!

The beauty of an historical building in Venice in spring
In genere persino noi evitiamo Venezia in estate a causa delle orde di turisti…

Idee per viaggiare in primavera in Italia

Lasciate che condivida un po’ delle mie mete preferite se vi servono idee per viaggiare in primavera in Italia. Ci trovate tante destinazioni al sud, e sebbene potrei essere di parte, il motivo è anche un altro. L’estate nelle regioni del sud Italia è assolutamente rovente. Ci sono quindi alcuni luoghi che possono essere visitati in primavera ma che per vari motivi dovreste evitare in estate. Diamo un’occhiata!

  • Napoli e il Vesuvio: esplorare il cratere del Vesuvio in primavera è assolutamente fattibile se state pensando di visitare Napoli. Portate però con voi un paio di stivaletti da trekking perché il sentiero che vi porterà fino in cima è abbastanza scosceso!
  • Scavi archeologici di Pompei: dal momento che in primavera non rischiate di sciogliervi al sole (non c’è ombra a Pompei), è possibile pianificare una visita più lunga agli scavi archeologici di Pompei. In genere per visitare anche le nuove scoperte ci vogliono circa quattro ore. Personalmente non suggerisco mai di fare il giro lungo a chi visita a luglio o agosto: ho visto tante persone svenire per via del sole troppo forte!
  • Capri e le isole: in primavera potreste organizzare una gita giornaliera da Sorrento a Capri. La troverete meno affollata e meno cara. Lo stesso vale per le altre isole, sebbene a Ischia non c’è mai una vera e propria bassa stagione in quanto è molto popolare per via delle terme.
  • Costiera Amalfitana e Cinque Terre: molti turisti stranieri mi domandano se possono visitare nel giro di un paio di giorni sia la Costiera Amalfitana che le Cinque Terre. Ma queste due magnifiche zone si trovano lontanissime una dall’altra, la prima al sud, la seconda al nord. Ciò che hanno in comune è che i prezzi in primavera sono più bassi. Entrambe saranno inoltre piene di fiori!
  • Venezia: come ho già menzionato, Venezia in primavera è davvero bellissima. Godetevi una passeggiata romantica alla sera, oppure un giro in battello fino a Burano. Ne vale la pena!
  • Roma: proprio come Firenze, Roma è sempre affollata. Se pensate di organizzare lì le vostre vacanze di primavera, potreste trovarla meno affollata, ma di sicuro il caldo sarà molto più sopportabile. Non consiglio a nessuno di restare in fila per ore in attesa di visitare i Musei Vaticani… sotto il sole di agosto!
  • Sicilia: che vogliate abbronzarvi o godervi arte, cultura e ottimi piatti tipici, visitare la Sicilia in primavera è sempre una buona idea. Il clima è in genere perfetto, per cui potreste riuscire a tuffarvi nelle acque cristalline siciliane già a fine marzo!
  • Puglia: visitare la Puglia in estate non è consigliabile. Il Salento è affollatissimo a luglio e agosto! Visitarlo ad aprile, maggio o giugno vi consentirà di passeggiare lungo le stradine strette, assaggiare la cucina tradizionale nelle masserie, godervi i mercatini rionali. Inoltre la Puglia è il posto perfetto dove organizzare vacanze low cost in primavera!
A wooden bowl with Italian Porcini mushroom, specifically the "Summer Porcini"
I funghi porcini sono da sempre i miei preferiti!

Piatti tipici da mangiare in primavera

Come probabilmente saprete, i piatti tipici in Italia non sono solo deliziosi: fanno parte di cultura e tradizioni (proprio come il caffè napoletano!). Ogni regione ha i propri, diversi dagli altri. Il miglior modo per gustarli è mangiare quelli stagionali, nella regione che ha cucinato la stessa ricetta per secoli. Non potete aspettarvi per esempio che una pizza a Napoli sia come quella a Roma: al sud è soffice e dal cornicione alto, mentre a Roma è sottile e croccante.

Ovviamente andare in vacanza significa anche comportarsi bene. Siete sicuri di conoscere il galateo delle mance, per non fare figuracce?

Diamo un’occhiata ai piatti tipici che si mangiano in primavera in Italia, che non dovreste perdervi in caso abbiate deciso di organizzare un viaggio:

  • Agnello: cucinato tradizionalmente per le festività di Pasqua in molte regioni italiane, è declinato in tante ricette (al forno con patate e piselli, arrosto, “scottadito” a Roma, ecc.). Non piace a tutti, per motivi etici e perché l’odore e il sapore sono particolarmente pungenti.
  • Asparagi: la primavera è il periodo degli asparagi, una verdura super-salutare che aiuta a combattere il cancro e nutre il cervello. Sebbene ci siano tantissime ricette, una delle migliori è il risotto agli asparagi. In Veneto sono dei maestri indiscussi, soprattutto quando gli chef hanno a disposizione asparagi di stagione.
  • Subrich: Una specie di pasta saporita cucinata in Piemonte. Si tratta di un impasto di erbe fresche, spinaci e asparagi, mescolati con Parmigiano e uova. Una volta cotto in forno il Subrich si presenta come un guscio di pasta con ripieno morbido. Alcuni chef lo cucinano fritto ma la ricetta tradizionale non lo prevede.
  • Carciofi: un altro tipo di verdura davvero molto utilizzato in cucina sono i carciofi. Qui a Napoli li riempiono con aglio, pezzetti di formaggio, sale, pepe, prezzemolo fresco e olio d’oliva, quindi li cucinano arrostiti sulle carbonelle. Li chiamiamo “Carcioffole arrustute” in dialetto napoletano. A Roma cucinano i fantastici Carciofi alla giudia, fritti due volte perché devono somigliare a una rosa che sboccia. Altre regioni li preparano con le patate. Comunque sia, se avete organizzato le vacanze di primavera e vedete i carciofi in menu, approfittatene!
  • Funghi: sono pronta ad ammetterlo. Sono una fanatica dei funghi. Mia madre ormai si limita a scuotere il capo quando in primavera ed estate andiamo a mangiare la pizza e ordino sempre quella coi funghi. Ho un problema coi funghi: non ne posso fare a meno! Il periodo migliore per i funghi porcini è quello che va da agosto a ottobre. Tuttavia in molte regioni italiane si raccolgono quelli che vengono definiti “Porcini d’estate” a maggio e giugno. Se li trovate, fatene una scorpacciata anche per me!

Avete già deciso dove andare in vacanza in primavera? Fateci sapere nei commenti cosa avete organizzato!

Fai pin per dopo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.